Amplificatore fatto in casa: migliorare ricezione segnale wi-fi

Banda adsl monopolizzata dal mio coinquilino
3 giugno 2014
Pericoli naturali e catastrofi, trasmissione di dati e Internet
26 giugno 2014

Amplificatore fatto in casa: migliorare ricezione segnale wi-fi

Amplificatore fatto in casa: migliorare ricezione segnale wi-fi

Queste parabole da film di fantascienza anni sessanta si possono costruire con cartoncino a carta stagnola e migliorano la ricezione del segnale fino al 50%.

Flussi video, in modo che quest’ultimi abbiano una priorità più alta a vengano scaricati velocemente, senza “buffering”.

A 150 euro trovate il router Asus RT-N66U (go.macworld.com/asusrt) e a 180 il Netgear Nighthawk (go.macworld.com / ngnighthawk), che offrono entrambi questa funzione.

Per capire davvero cosa interferisce con la velocità del Wi-Fi, avete bisogno di comprare apparecchiature costose

E’ possibile acquistare costosi strumenti di analisi hardware a software come l’analizzatore di spettro Wi-Spy DBx di MetaGeek.

Ma molti strumenti a basso costo (o gratis) possono svolgere la stessa funzione.

Gli utenti Mac OS X possono semplicemente tenere premuto il tasto mentre si fa clic sull’icona di connessione Wi-Fi nell’angolo superiore destro della barra dei menu.

In questo modo vedrete molti dettagli che riguardano la vostra rete: per esempio, lo standard Ethernet che la rete sta usando (802.11 alb/n/ac), il canale che il router sta utilizzando, il tipo di sicurezza che è abilitato è la velocità di trasmissione.

Un altro grande strumento per tenere sotto controlla la rete è Little Snitch, che costa meno di 30 euro. Questa utilità è un firewall, solo che al contrario del firewall di sistema presente su tutti i Mac, si focalizza sulle connessioni in uscita e non su quelle in entrata.

Vi avverte quando per la prima volta un’applicazione cerca di connettersi a Internet.

A quel punto potrete creare una regola, che impedisca o consenta l’accesso del software alla rete.

In questo modo impedirete a molte applicazioni di inviare dati. Dati di cui ovviamente non avete richiesto l’invio.

Potreste essere sorpresi da quante applicazioni tentano di connettersi alla rete, consumando la vostra banda.

I segreti del Wi-Fi trà menzogna e verità

Punteggio
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *