Cambio operatore Adsl e trasparenza dell’offerta

WiMax e satellite: ADSL 2014
4 febbraio 2014
L’ADSL va male: cambiare operatore adsl
22 febbraio 2014

Cambio operatore Adsl e trasparenza dell’offerta

Cambio operatore Adsl e trasparenza dell’offerta

Incerto il futuro dei due tasti dolenti della banda larga italiana: la trasparenza dell’offerta e il cambio operatore adsl.

L’AGCOM (l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) promette di spingere in questa direzione, aiutando ad esempio l’utente a capire se la sua connessione va bene e quali sono gli operatori che garantiscono maggiore qualità dei servizi.

A fine 2013 l’GCOM ha lanciato un osservatorio che analizza le velocità delle reti mobili (Vodafone prevale, con Telecom Italia poco distante e poi 3 Italia e Wind).

Già da tempo sostiene Misurainternet (www.misuraintemet.it), il progetto che, oltre a studiare la velocità delle ADSL, mette a disposizione due test per misurare le prestazioni della propria connessione, il primo di essi (Speed Test) è più veloce e fornisce il valore istantaneo della qualità dell’accesso alla Rete, mentre il secondo (Ne.Me.Sys) è più lento, ma a anche il solo che consenta di rivalersi sull’operatore se le prestazioni dell’ADSL non rispettano le promesse contrattuali (un minimo di 2 Megabit per le ADSL 7 Megabit , per esempio).

Più complicato sarà risolvere il secondo nodo: sono ancora tanti gli utenti che si lamentano di non riuscire a cambiare con facilità il proprio operatore.

La situazione però sta migliorando e forse nel2014 questo problema diverrà meno grave.

Anche perchè sarebbe un peccato non poter passare subito alle nuove offerte a banda ultra larga che si moltiplicheranno nel prossimo anno.

ADSL 2014: le principali novità

Punteggio
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *