ROUTER ETHERNET: configurare internet Adsl con linux Ubuntu
26 marzo 2012

Configurare modem e router adsl: linux Ubuntu

Configurare modem e router adsl: linux Ubuntu

Uno degli argomenti più gettonati nelle lettere che arrivano in redazione riguarda i problemi di riconoscimento e configurazione dei dispositivi per collegarci a Internet adsl.

Con Ubuntu è raro dover fare installazioni di driver aggiuntivi, ma quando una periferica non viene riconosciuta, risolvere il problema non è semplicissimo. Vediamo insieme come procedere nei vari casi.

In genere con Ubuntu non è necessario installare alcun driver perché Linux è dotato di un ottimo sistema di riconoscimento hardware.

Nel caso della connessione a Internet, il sistema imposta automaticamente i modem interni, le schede di rete, i router e le schede wireless. Subito dopo l’installazione del sistema operativo, con tutto l’hardware collegato e acceso, in genere siamo già pronti a navigare senza fare alcuna modifica o cambiamento.

Per comodità, facciamo l’esempio di un computer che ha installato Windows XP, Vista, windows 7 e Ubuntu 8.10 e usa una connessione a Internet con Alice, uno degli abbonamenti ADSL più diffusi in Italia.

I consigli e le procedure che seguono sono più o meno gli stessi quale che sia il fornitore di accesso a Internet utilizzato. Useremo un modem router che può collegarsi al nostro computer attraverso la presa USB, Ethernet oppure in Wi-Fi.

Per usare questo tipo di collegamento il nostro computer deve essere dotato di una scheda Wi-Fi o di una chiavetta WiFi USB. Spesso se abbiamo un solo PC, disponiamo di un semplice modem ADSL di tipo USB per collegarci a Internet. Questa scelta ha aspetti positivi e negativi.

Se usiamo il modem per collegarci a Internet anche con Windows XP, e ci dilettiamo con la condivisione di file in Rete, la scelta di usare un semplice modem riduce al minimo i problemi di configurazione delle porte controllate dal firewall e dei permessi ai programmi di P2P. D’altro canto, un router è molto più comodo perché offre maggior protezione, proprio grazie al suo firewall hardware che permette di creare una Rete e di condividere la connessione a Internet tra diversi computer che possono così stare collegati allo stesso tempo.

È possibile collegarsi alla Rete anche utilizzando una delle molte chiavette 3G in vendita, quelle cioè che sfruttano la rete dei cellulari. Ci occuperemo di come configurarle in uno dei prossimi numeri della rivista.

Per completare la panoramica delle periferiche con cui possiamo collegarci a Internet, a volte può essere necessario usare un semplice modem a 56K. È una soluzione utile per esempio quando non siamo a casa o in ufficio oppure quando per qualche guasto tecnico, la lenta connessione analogica è l’unica disponibile.

Teniamo presente che molto raramente i modem USB vengono riconosciuti senza troppi problemi.

Un grosso inconveniente di Linux, risolto solo parzialmente con l’aiuto di alcuni programmatori di buona volontà, è infatti il riconoscimento dei modem, o dei modem router, con collegamento USB, un vero grattacapo che trova molto spazio anche nei forum di discussione in Rete.

Per risolvere molti dei nostri problemi di rete potremmo essere costretti a usare il Terminale.

Non è nulla di complicato, basta lanciarlo dal menu delle applicazioni e seguire alla lettera le nostre istruzioni su cosa scrivere all’interno della finestra del programma.

Ma se il nostro modem non ha funzionato appena l’abbiamo collegato al PC, vediamo come sistemare le cose. In caso di ulteriori problemi la nostra casella di posta è sempre a disposizione di tutti i lettori!

Punteggio
Ti è piaciuto l'articolo?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *